«Certi oggetti, come certe idee o convinzioni, più sono assodati e appaiono ovvi più nascondono un prezioso paradosso, un formidabile punto di partenza, una scappatoia verso l’ignoto. Prima di pensare a stravaganti novità formali bisognerebbe guardarsi intorno. Come Morandi che, guardandosi intorno, scatena l’energia insita nelle comuni boccette e nei cocci di cui è popolata la sua stanza; senza neanche preoccuparsi di togliere la polvere».

 

Intervista con Franco Bertoni, nel catalogo Ceramica vs Disegno 1:0, edizioni Umberto Allemandi & C., 2011.